ascolta almaradio
Facebook Twitter Youtube Instagram
almaradio tv prev next

La radio che si guarda... in streaming

Ottime vie per diffondere informazione culturale

Il mondo odierno è dominato da Internet e dalla possibilità di essere informati su qualsiasi argomento tutto il giorno, tutti i giorni. Purtroppo però questa grande possibilità ha mille sfaccettature e spesso l’informazione diventa dis-informazione. Basti pensare che qualsiasi persona che scrive qualcosa sul suo blog o profilo Facebook, può essere ritenuta credibile da altre, senza nessun merito particolare. Un compito che invece andrebbe sempre fatto prima di condividere e diffondere una presunta notizia, è quello di verificarne la veridicità. Ci sono molti siti di agenzie su cui si possono trovare conferme o smentite di notizie. L’Ansa per esempio è una delle più famose e se un fatto è riportato lì, è vero al 100%.

Oggi stanno nascendo anche le cosiddette Piattaforme Culturali, ossia progetti web destinati a diffondere e/o salvaguardare i nostri patrimoni. Da sempre infatti l’Italia è una fucina di talenti dal punto di vista letterario e artistico in generale. Queste piattaforme vogliono diventare il punto di riferimento per raccogliere tutti gli appassionati ma anche addetti ai lavori della nostra cultura. Quelle che si sono sviluppate fino ad oggi sono di diverso tipo: andiamo da quelle turistiche a quelle artistiche, da quella gratis a quelle a pagamento.

Tra quelle free troviamo soprattutto Wikipedia, piattaforma culturale per antonomasia. Da qui ci possiamo spostare su Google Art Project, Issuu e ArtBabble. Una delle ultime create è Tumblr, che permette di condividere contenuti multimediali. Se ci vogliamo invece spostare su altri generi, come il turismo, troviamo Hermes. Altra possibilità ancora è Coopculture, leader nell’ambito dei beni culturali. Cambiando ancora ecco BAM! o Europa Creativa, piattaforma innovativa e volta alla crescita a livello internazionale. Qui, finalmente, si dà visibilità agli artisti emergenti in ambito creativo e culturale, tramite dei finanziamenti. Perché l’arte e la cultura esistono ancora, ma se non vengono seguite, allora andranno perse.